cineturismo a roma
Spread the love

Cineturismo e Marketing Territoriale a Roma

Posti da scoprire

cineturismo a roma

Cineturismo e Marketing Territoriale a Roma

Si sente parlare spesso di cineturismo cos’è?

Cineturismo nasce dall’espressione “turismo cinematografico” e si tratta di una grande community di appassionati con l’unico scopo di cercare, scoprire, fotografare e filmare le location dei film e serie tv, per fare questo sono disposti a viaggiare ovunque pur di scovare il luogo e la località del loro film preferito.

Cineturismo e Marketing Territoriale sono in espansione con una grande crescita esponenziale e quindi con un forte potere economico.

Molte istituzioni territoriali prendono spunto da questa risorsa per promuovere e sviluppare una di strategie per attrarre più turisti e viaggiatori; facendo così ricorso al cosiddetto Marketing Territoriale. Per fare questo bisogna conoscere molto bene il luogo che vogliamo mettere in evidenza con i suoi pregi e difetti.

Cineturismo a Roma: è molto facile fare Marketing Territoriale quando si parla della capitale, quindi senza giri di parole scopriamo insieme le dei nostri film preferiti.

Cineturismo e Marketing Territoriale a Roma

Cinecittà

Cinecittà si espande per circa 60 ettari e ci vollero 475 giorni per edificarla: situata in via Tuscolana nella zona sud-est di Roma è un’area più grande del Vaticano, venne costruita dal gennaio del 1936, ad aprile del 1937 dall’architetto Carlo Ronconi.

L’idea di una del cinema venne da Mussolini dopo aver ammirato Hollywood: la sua forte competizione che faceva parte del carattere del Duce, fece in modo che gli Studi Cinematografici fossero più grandi, più belli, migliori in tutto.

È l’anno 1937 quando Mussolini con una grande festa piena di coriandoli e parata militare inaugurò Cinecittà “.

cineturismo a Roma

L’amore che lega la eterna al cinema è grande, la notorietà di grandi come Anna Magnani, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, e Marcello Mastroianni, e registi come Vittorio de Sica, Roberto Rossellini, Luchino Visconti e Federico Fellini hanno creato un legame affettivo indissolubile per questa città.  Cinecittà era vista per gli appassionati del cinema come una grande officina dove si fabbricavano miti e si creavano leggende.

A oggi i turisti arrivano a Roma non soltanto per ammirare la Cappella Sistina e la Fontana di Trevi, ma soprattutto per scoprire i luoghi dei film più popolari e scattare foto dentro gli Studi Cinematografici di Cinecittà.

 

cineturismo a Roma
Audrey Hepburn e Gregory Peck nel film Vacanze Romane del 1956.

Roma è la città degli echi, la citta delle illusioni, e la città del desiderio.  Giotto

 

Film “Vacanze Romane” 

 

Regia: William Wyler

Anno 1953

Principale

vacanze romaneAudrey Hepburn

 

location filmGregory Peck

 

location filmEddie Albert

 

location filmHartley Power

 

cineturismo locationPaolo Carlini

 

Il film “Vacanze Romane racconta la storia d’amore tra un giornalista e una Principessa la fiaba di Cenerentola, ma invertita: le riprese iniziate nella primavera del 1952 vanno avanti per sei mesi; le scene all’aperto vengono girate nel centro storico della capitale e altre a Cinecittà.

A quei tempi la curiosità della gente era tale che gli e anche la troupe venivano fotografati, seguiti, e inseguiti per tutta la città.

Posti da scoprire

alloggio della principessa: la facciata esterna è il Palazzo Barberini, gli interni vengono girate negli studi di cinecittà. Oggi il palazzo ospita il Museo Nazionale d’ Antica. Indirizzo: via Barberini 18, Roma.

NEL FILM: Il primo incontro tra i due innamorati avviene all‘Arco di Settimo Severo al Foro Romano.

location film

cineturismo a roma
Il balcone di via Margutta 51

La casa del reporter Joe Bradley: nella quale la Principessa (Audrey Hepburn alloggia per una notte, senza svelare la sua identità. Indirizzo: via Margutta 51, Roma.

location filmposti da scoprire

Il coraggioso e avventuroso taglio di capelli della principessa avviene dal parrucchiere, interpretato da Paolo Carlini. Indirizzo: via della Stamperia 85, Roma.

NEL FILM: i protagonisti in sella alla loro Vespa Anya e Joe vengono inseguiti dal fotografo Irving Radovich (Eddie Albert), le inquadrature che ci delizia il film ci fanno ammirare la Chiesa del Gesù, Piazza Venezia, il Foro Traiano, il Monumento a Vittorio Emanuele, e il Campidoglio.

In un’altra scena del film Anya e Joe vengono bloccati dalla polizia per avere violato il codice della strada ed è così che colgono l’occasione per andare a visitare la Chiesa di Santa Maria in Cosmedin e la Bocca della Verità.

LA SCENA FINALE: mostra Anya e Joe molto innamorati l’uno dell’altra, ma Anya non sapendo cosa fare e conscia delle sue responsabilità da Principessa, torna al palazzo e partecipa alla conferenza stampa in suo onore, che si tiene nel grande salone del Palazzo Colonna. Indirizzo: in Piazza SS. Apostoli 66 Roma.

 

E a mezzanotte me ne tornerò, simile a Cenerentola, là da dove sono evasa, e sarà la fine di una bella favola. Anya

 

cineturismo a RomaCURIOSITÁ: la scena in cui Joe finge che la Bocca della Verità gli mangia la mano non era prevista nel copione, ma il regista volle utilizzarla lo stesso per la reazione spontanea di Audrey Hepburn.

 

 

 

Seguici su Instagram

 

mepiute location

 

AVVISO: se stai utilizzando queste informazioni sul tuo sito web, ti preghiamo di accreditare e collegare a questa pagina come fonte.